Scopri i negozi

News

Quali sono gli strumenti essenziali per pitturare casa?

Quali sono gli strumenti essenziali per pitturare casa?
Share

È il momento di dare una rinfrescata ai muri di casa e vuoi optare per una soluzione fai da te? Ottima scelta. Con un po’ di pazienza e con l’utilizzo degli strumenti giusti, il risultato sarà sicuramente soddisfacente. Partiamo dal principio, dalla “lista della spesa” che è alla base di tutto: quali sono gli strumenti essenziali per iniziare un’attività di pittura dei muri di casa?

 

Materiali per preparare la casa

Primo step è quello di organizzare la stanza da dipingere al fine di evitare danni ai mobili, agli oggetti e ai pavimenti. In breve, tutto quello che non può essere spostato in un’altra stanza dev’essere protetto. Per raggiungere questo obiettivo è opportuno munirsi di alcuni elementi.

 

  • I nastri di carta per mascheratura

I nastri per mascheratura non sono altro che dei rotoli di scotch monoadesivi.

Due particolarità li rendono essenziali: in primo luogo il fatto che il lato non adesivo, solitamente in gomma o in carta, sia estremamente protettivo ed eviti il contatto tra la pittura e le porte, gli infissi e i battiscopa.
In secondo luogo è necessario che la colla della parte adesiva non macchi gli infissi, e dunque possa essere rimossa senza problemi a lavoro concluso.
Esistono svariate tipologie, a seconda del tipo di superficie da proteggere.

 

  • I teli di plastica e i rotoli di feltro

I teli in generale sono la soluzione più semplice ed efficace per proteggere i vostri mobili e pavimenti da schizzi di pittura, dal calpestio e qualsiasi effetto collaterale del lavoro di pittura. per coprire i mobili è preferibile usare i teli in plastica sono pensati prevalentemente, mentre per proteggere il pavimento è più indicato optare per quelli di feltro che sfruttano il materiale più spesso.

Il feltro Multiuso da 4 o 10 mt invece è l’ideale per proteggere i pavimenti durante i lavori di tinteggiatura. Antiscivolo, utilizzabile anche su scale, è disponibile sia in teli che in rotoli a metro.

feltro-antiscivolo

Strumenti di preparazione dei muri

Il secondo step è assicurarsi che il muro da dipingere sia liscio e privo di danni e crepe. Qualora ve ne fossero, è opportuno procedere con un’attività di stuccatura dei punti imperfetti. Cosa serve per svolgere l’operazione?

 

  • Lo stucco

Lo stucco è un impasto che non può mancare in caso di lavori di riempimento di crepe e fessure nel muro. Ne esistono di vari tipi a seconda del materiale su cui si va a lavorare e dell’uso che se ne fa: i più comuni e i più utilizzati sono gli stucchi in polvere e quelli in pasta, generalmente nelle versioni da 1 kg o da 5 kg.

 

 

  • Le spatole

La spatola è uno degli strumenti più importanti per stendere lo stucco. È un utensile formato da una lama piatta dotata di una robusta impugnatura e può essere utilizzato in diversi progetti di costruzione e riparazione domestica. Ci sono due tipologie: la spatola a lama rigida e la spatola a lama flessibile.

La spatola a lama rigida è costruita con una solida lama di metallo piuttosto spessa che non si piega facilmente; si rivela dunque perfetta per attività come la raschiatura. L’azione del raschietto può aiutare a rimuovere la vernice o la carta da parati, o come mezzo per liberare qualsiasi superficie liscia da un elemento estraneo.

Il secondo tipo comune di spatola è il modello a lama flessibile. Questo tipo di spatole presenta una lama più sottile e consente alla lama di piegarsi leggermente quando necessario; è dunque più indicata per stuccare una rientranza o un foro in un muro.

 

Strumenti per imbiancare: pennelli e rulli

Abbiamo preparato la stanza e reso il muro liscio, adesso non resta che selezionare gli strumenti veri e propri per il lavoro di pittura. La scelta dei pennelli e dei rulli è un momento saliente in quanto bisogna considerare quali siano i rispettivi usi.

 

  • I pennelli

Ciò che conta di più nella scelta del pennello è il tipo di setole e la sua dimensione. Ad esempio se l’area da dipingere è vasta servirà un pennello più largo e spesso, mentre nelle piccole aree di taglio un pennello più piccolo e sottile coprirà i punti difficili da raggiungere.

La composizione delle setole conta moltissimo. Le setole sintetiche vengono solitamente utilizzate per pitture a base d’acqua, dato che non assorbono grandi quantità di liquido e quindi riducono il tempo di asciugatura della vernice. Le setole naturali sono più utilizzate con pitture a base di solventi perché possono spazzolare la vernice sulla superficie con segni minimi di pennello.

Il pennello può anche variare nelle forme delle estremità: le spazzole per rifiniture a scalpello sono ottime per le linee rette su rifiniture o angoli e bordi; i pennelli quadrati vengono solitamente utilizzati per applicare la pittura su superfici piane.

 

  • I rulli 

Proprio come i pennelli, i rulli di vernice variano per dimensioni, composizione e spessore.

I rulli di vernice sono eccellenti per coprire grandi aree in modo rapido e più efficiente rispetto ai pennelli. Sono inoltre progettati per trattenere la vernice e disperderla uniformemente su una superficie, facilitando la produzione di una copertura spessa e uniforme. Tuttavia, uno svantaggio dell’uso dei rulli è che quando si maneggia così tanta vernice assorbita dal rullo possono verificarsi molto più frequentemente gocciolamenti ed errori.

 

  • Pennelli o rulli?

In generale, possiamo riassumere il concetto dicendo che il rullo è più indicato per tinteggiare grandi superfici piane (come muri e soffitti) e permette di risparmiare tempo.
Viceversa il pennello è più utile quando si devono per dipingere superfici più piccole e irregolari e per gli angoli.

 


 

Vieni a scoprire i migliori prodotti per la pittura fai da te nei negozi Centercasa! Clicca la mappa e scopri il punto vendita più vicino a te!

 

mappa-punti-vendita-centercasa-1mappa-punti-vendita-centercasa-2